vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Report 22/04/2020

Il trend guarda alle riaperture del 4 maggio

Milano: attività ferma, l’orizzonte è la riapertura del 4/05.

Trend in forte crescita per l’attività delle imprese alberghiere con orizzonte la prima settimana di maggio (AB14_days). Si scommette che il turismo business riparta anche se rimane una grande incertezza, visto che a crederci è solo il 60% delle imprese.

Dalle altre curve nessun segnale positivo. L’attività a 1 giorno (AB 1_day) è in ulteriore rallentamento, mentre peggiora la prospettiva a 56 giorni (seconda settimana di giugno): -10% rispetto alla rilevazione precedente, dove le la fiducia delle imprese sulla ripresa del turismo era sostenuta da aspettative su picchi di domanda leisure legati ad alcuni eventi in calendario per il 10 giugno. Rimangono stazionarie le prospettive a più lungo termine (AB 140_days).

 

Venezia: si crede nella riapertura del 4/05 ma aumenta l’incertezza nel medio periodo.

Anche nel segmento leisure l’orizzonte è la riapertura del 04/05, come segnala la forte impennata della curva a 14 giorni.

Il segnale meno incoraggiante è il (lento) trend negativo delle prospettive a 1 mese, indice di un progressivo assottigliamento della pattuglia di hotel che credono in una ripresa dal prossimo mese.

L’attività a breve si stabilizza sui livelli della passata settimana con solo un terzo delle strutture che propongono camere in rete per i prossimi giorni. Rimangono anche stazionarie, ma con prospettive ben più positive, le curve AB56_days e AB140_days, segno di una persistente fiducia di lungo periodo sulla ripresa dell’attività.

Vedi anche

Il calcolo dell' Indice di Attività Alberghiera - IAA e la lettura delle curve
Vengono considerati “non attivi” gli alberghi che non propongono camere o che le propongono solo a prezzi “anomali” (sopra i 1000 euro o sotto il 19 euro a persona a notte).
Report 15/04/2020